Home

pixelx

Lo Storico Palazzo Patrizi

grandi-giardini-italiani-castel-giuliano

Abitato sin dai tempi più remoti da Etruschi e Romani, di cui rimangono rispettivamente i resti di un muro di cinta e numerose tombe. Nel Medioevo fu proprietà della famiglia Venturini (patrizi romani). Da allora fu frazionato e passò come bene dotale in numerose famiglie tra cui gli Orsini, i Massimo e i Chigi con Agostino il Magnifico. Nel 1546 tutti i lotti furono acquistati e riuniti da Giovanni Patrizi e i suoi discendenti. Nel 1635 tutta la proprietà fu eretta a marchesato dal Papa Alessandro VII (Cardinale Fabio Chigi) in favore di Patrizo Patrizi che ricoprì la carica di Generale delle Porte e Senatore di Roma.

randi-giardini-italiani-castel-giuliano
palazzo-patrizi

L’edificio principale di Castel Giuliano è il Palazzo Patrizi, costruito in più tempi e il cui assetto definitivo è stato portato a termine tra il ‘600 e il ‘700 dall’Architetto Cipriani con l’aggiunta al nucleo più antico di un grande scalone e di una galleria affrescata dal Passeri. Adiacente al palazzo si trova una chiesa padronale del 1700 che fu parrocchia per moltissimi anni intitolata a S. Filippo Neri e che è stata restaurata recentemente dalla proprietà. Prospiciente al palazzo, il parco dello stesso con moltissime essenze floreali ed una collezione di rose.

rose-castel-giuliano

La Festa delle Rose

Centinaia di rose antiche si arrampicano su vecchie mura, altre arbustive riempiono grandi spazi. Una volta all’anno, a maggio, si tiene la Festa delle Rose.

Gli Eventi

La Chiesa, il parco del Castello e le sue dependance vengono concessi per cerimonie, feste e matrimoni. Vengono organizzate visite guidate e aperitivi.

Il Parco di Castel Giuliano

Prospiciente al palazzo si trova il parco, una zona ricoperta da flora e fauna tipicamente mediterraneo. Sono anche presenti moltissime essenze floreali ed una collezione di rose. 

La Chiesa S.Filippo

Adiacente al palazzo si trova una chiesa padronale del 1700 che fu parrocchia per moltissimi anni intitolata a S. Filippo Neri e che è stata restaurata recentemente dalla proprietà.